Mille e uno modi per pagare online


Acquistare online offre moltissimi vantaggi: un’ampia scelta di prodotti, rapidi tempi di spedizione e promozioni uniche.
E quando arrivi al carrello… Tu con che cosa paghi?
La maggior parte dei market place offrono diverse opzioni tra le quali scegliere.

In Italia, il contrassegno è una delle modalità preferite nel primo acquisto: rassicura il cliente che è costretto ad anticipare nessun importo e paga solo alla ricezione del pacco.
Il pagamento con PayPal, oggi diffusissimo, offre a suo modo una forma di tutela al consumatore, perché permette la contestazione nei 30 giorni successivi alla ricezione del prodotto.
Lo scorso anno sono sbarcati sul web i pagamenti Apple Pay e Amazon Pay, che permettono di utilizzare il proprio account Apple o Amazon per concludere l’acquisto.

What’s next?

La risposta è Scalapay un’innovativa ed interessante alternativa di pagamento, che permette la reteizzazione del pagamento.

L’utente acquistare i prodotti online e riceve l’ordine con le normali tempistiche di consegna ma, al momento del check out, paga soltanto un terzo dell’importo.
Il restante verrà versato in altre due rate, a distanza di quattro e otto settimane, senza interessi.

Scalapay è un prodotto Stripe, leader nel settore dei metodi di pagamento utilizzato dai colossi dell’e-commerce. Esistono altre finetch simili come Pagantis, Afterpay, Dilapay tutte con piano di rateizzazione, scadenze e importi minimi/massimi diversi.

Seller Plus

Questo sistema offre innegabili vantaggi sia per il compratore che per il venditore.
Per chi vende è conveniente perché, grazie al pagamento dilazionato, i clienti tendono a spendere di più.

In media, l’aumento del carrello è del 42% e quello delle conversioni è stimato attorno all’11%.
Questo senza alcun rischio perché Scalapay riconosce al venditore l’importo totale e si fa carico di tutti i rischi di mancato pagamento o frode.

La soglia massima di spesa per un acquisto con questo servizio è di 600 euro, ma Scalaplay sceglie attraverso una stima del potere di acquisto, quanto un utente può spendere. Ciò non dipende dalla disponibilità della carta, ma da altri fattori, come ad esempio, il negozio dal quale sta acquistando, il tipo di carta utilizzato, se ha già acquistato con questo metodo e rispettato tutte le scadenze.

Buyer Plus

I piani dilazionati sono molto utili e vantaggiosi per chi desidera comprare qualcosa, ma non dispone subito di tutto il denaro necessario per averlo.
La creazione di un account è semplice e veloce. Il servizio è completamente gratuito a patto che le rate vengano pagate entro le scadenze prestabilite.

Sbagliare è difficile: mail o sms di promemoria aiutano a ricordare il giorno del pagamento.
La rata in scadenza può essere pagata immediatamente, attraverso un link presente nel messaggio, oppure ricaricando una carta prepagata collegata per assicurare denaro a sufficienza per l’addebito automatico.
Se nel momento del pagamento la carta non presenta sufficiente credito, un avviso all’utente avverte di un ulteriore termine di 24 ore per porre rimedio.
Se il pagamento tarda, vengono addebitati, oltre all’importo della rata, 6 € dopo il primo giorno ed eventualmente ulteriori 6 € in caso di mancato pagamento entro i successivi 7 giorni.

Scalapay ha pensato davvero a tutto!
In caso di reso il piano di pagamento viene cancellato e l’importo relativo alle rate giá pagate viene rimborsato.

Un minuto di silenzio

Dal lato economico e finanziario è evidente che il potere di acquisto e la spesa pro capite si siano notevolmente abbassati se, per poter acquistare qualcosa, si deve ricorrere a questa modalità di pagamento. Inoltre, per ottenere un “finanziamento” su Scalapay, non viene richiesto di mostrare una busta paga o di fornire informazioni sul proprio reddito. Potrebbe essere anche questo indice che le persone oggi hanno sempre più spesso lavori precari o saltuari che non potrebbero offrire garanzie e quindi si preferisce non richiederle?

Dall’altra parte bisogna ammettere che anche la nostra società è cambiata: se un tempo si risparmiava per potersi permettere qualcosa, oggi si aprono finanziamenti su ogni cosa per poter avere tutto subito. Dalle automobili agli elettrodomestici ai dispositivi elettronici, è possibile pagare a rate un’infinità di prodotti.

Il valore che diamo al denaro, ai nostri acquisti e alle nostre esigenze è diverso.
Sembra che anche i beni per soddisfare i propri bisogni di stima, autorealizzazione e appartenenza siano diventati di prima necessità.