Instagram

Mese di news per gli utenti di Instagram. L’ app ha infatti di recente introdotto due funzionalità importanti per i propri iscritti. La prima è la “Private Story Likes”, che permette di mettere “mi piace” a una storia senza inviare un direct message al suo autore.
Nella scheda relativa alle visualizzazioni compare ora chi ha lasciato il cuoricino alla tua storia.

L’altra novità introdotta è la possibilità di prendersi una pausa dal social.
È infatti possibile abilitare quest’opzione che permette di programmare un promemoria che notifica quando viene raggiunto il tempo massimo, impostato precedentemente, di permanenza sul social. Per abilitarla:

  1. Accedi a “Impostazioni
  2. Account” → “La tua attività” e seleziona “Imposta promemoria pause“.

È possibile scegliere tra 10, 20 o 30 minuti al termine dei quali verrà inviata una notifica per effettuare la pausa. È un passo importante per gli adolescenti che in questo modo potrebbero imparare a gestire meglio il proprio tempo sui social.

TikTok


Il social più scaricato degli ultimi mesi ha introdotto un nuovo modo per massimizzare il coinvolgimento degli utenti e fornire opportunità ai creators.
La nuova opzione di visualizzazione dello shopping “Instant Page” permetterà ai brand di collegare i loro annunci ad una landing page integrata in TikTok, con una velocità di caricamento di 11 volte maggiore rispetto a quelle dei siti web. Queste pagine permettono all’utente di esplorare altri contenuti di quel marchio, direttamente dal video, senza uscire dalla piattaforma.

Facebook


Sono arrivati i reels!
Dato che ormai è chiaro a tutti che i video sono i contenuti più visti dagli utenti del web (abbiamo approfondito l’argomento qui) anche il caro vecchio Facebook ha deciso di inserire questa funzionalità dell’app. Si tratta di un adattamento dei Reels di Instagram, con possibilità di commentare, aggiungere reazioni e condividere brevi video (fino a 60 secondi) con amici e conoscenti.
Data la connessione delle due piattaforme di Meta, non è escluso che prossimamente potrebbero arrivare altri strumenti come quello del crossposting, che consente la contemporanea condivisione del contenuto sulle due app.

Spotify


È ora acquistabile da chiunque negli USA il Spotify Car Thing: un nuovo dispositivo dedicato al servizio di streaming di Spotify. Si tratta di un piccolo device di 5 pollici circa, utilizzabile a bordo della maggior parte delle auto (specie per quelle non recenti e che quindi non hanno un display smart).
Car Thing si collega al tuo smartphone tramite Bluetooth o cavo aux e funge da controller per l’app Spotify, dandoti la possibilità di ascoltare le tue playlist o i tuoi podcast preferiti mentre viaggi. Non si hanno notizie certe sull’arrivo di questa novità nel mercato italiano, ma dato l’elevato numero di utilizzatori della piattaforma, non si esclude che possa essere reso disponibile già nel 2022.

Google


Il Privacy SandBox arriva anche sul mobile!
Il nuovo sistema di gestione della privacy, finora destinato solo sul web, potrà essere utilizzato anche sui nostri smartphone. La sua funzione sarà quella di gestire il tracciamento pubblicitario sul sistema operativo di Google su Android. Al momento viene utilizzato l’Android Ad ID (su Apple si chiama Identifier For Advertisers) e consiste in un codice univoco proprio del dispositivo utile per il tracciamento dei dati a fini pubblicitari. Questo sistema verrà dismesso, seppur ci vorranno diversi mesi, per lasciare spazio al Privacy Sandbox.