Ti piacerebbe essere a conoscenza di ciò che le persone dicono di te?

Non è poi così impossibile scoprirlo. Basta tendere l’orecchio e ascoltare.

Il Social Listening è il processo che ti consente di intercettare le conversazioni online che ruotano intorno al tuo business, in questo modo, conoscendo i feedback delle persone, potrai ottenere spunti che ti saranno utili per migliorare l’immagine del tuo brand nonché i prodotti e servizi che ne fanno parte.

Internet è ormai diventato un pozzo ricolmo di informazioni e dati da cui attingere che per chi ha la pazienza di raccoglierli e ascoltare può rappresentare l’ingrediente segreto per la ricetta del successo.

Per avviare un business infallibile è bene iniziare a costruirlo su fondamenta solide, per questo ti consigliamo di tenere in considerazione i dati derivanti da un’analisi qualitativa (social listening) tanto quanto quelli ottenuti in seguito ad un’analisi quantitativa.

gruppo di ragazzi al telefono

Saper ascoltare il pubblico quali benefici e vantaggi può portare?
Scopriamolo insieme.

Questa analisi ti consentirà di:

  • identificare possibili opportunità e minacce per il tuo brand;
  • proteggerti dal brandjacking, ossia evitare che qualcuno possa appropriarsi dell’identità del tuo brand sfruttandone la visibilità;
  • venire a conoscenza di dubbi, perplessità e bisogni dei tuoi clienti, questo ti permetterà di migliorare la tua relazione con loro;
  • ottimizzare le campagne di marketing e le tue comunicazioni analizzando le discussioni che avvengono tra gli utenti
  • partecipare attivamente alle conversazioni, in questo modo accrescerai reputazione e visibilità del tuo brand

Come fare Social Listening in modo efficace

1. Definisci gli obiettivi

Cosa vuoi sapere dagli utenti? Poniti degli obiettivi chiari in modo tale da capire quali dati prendere in considerazione perchè più inerenti al raggiungimento del tuo scopo.

2. Keyword research

Una volta che avrai stabilito quali argomenti meglio si collegano al tuo brand svolgi una keyword research per identificare le parole chiave da analizzare. Sarà importante verificare che effettivamente corrispondano agli intenti di ricerca degli utenti.

HappyTips: sfrutta i tool SEO come Answer The Public o Ubersuggest per una keyword research più approfondita.

due colleghi di lavoro mentre parlano

3. Scegli gli strumenti giusti per raccogliere e analizzare i dati

Dovrai raccogliere e organizzare i dati e per fare ciò saranno necessarie competenze tecnologiche e umane per interpretare i feedback degli utenti in modo da poter trarre vantaggio da queste analisi applicandole concretamente.

HappyTips: software che potrebbero esserti utili Talkwalker, Buzzsumo, Mention, Digimind e Awario. Per l’analisi usa queste metriche Engagement, Share of Voice, Volume di menzioni…

4. Aggiorna le tue strategie

Fai buon uso delle informazioni in tuo possesso, adatta la tua strategia di marketing e le tue comunicazioni sulla base dei dati raccolti. Servitene per creare contenuti di valore che possano dare risposta alle esigenze degli utenti.

5. Partecipa alle conversazioni

Come anticipato all’inizio una mossa strategica potrebbe essere quella di interagire con il tuo pubblico, creando connessioni significative. Potrai moderare i commenti positivi e negativi degli utenti e rispondere ai loro dubbi questo si tradurrà automaticamente in un aumento della tua brand reputation.

Analizziamo più da vicino alcuni dei tool sopra citati

Answer the public - keywords research

Answer The Public è uno strumento che fornisce suggerimenti per la creazione di contenuti basati sulle domande effettivamente poste dagli utenti sui diversi motori di ricerca. Inserisci la tua parola chiave, attendi che il sistema analizzi le domande correlate, una volta terminato il processo verranno generate idee di contenuto organizzate per categorie che risponderanno alle reali esigenze degli utenti.

un ragazzo mentre analizza i dati sul suo laptop

Ubersuggest - keywords research

Ubersuggest è un altro strumento per la ricerca delle parole chiave e analisi della concorrenza utilizzato nel marketing online. Inserendo la parola chiave otterrai informazioni su volumi di ricerca, difficoltà e suggerimenti correlati. Un ottimo tool, dall’interfaccia utente molto semplice e intuitiva volto a perfezionare le strategie di contenuto e SEO, ottimizzando la visibilità online.

Talkwalker - raccolta e analisi dei dati

Grazie a questo strumento ti sarà molto più semplice analizzare e gestire i social media, in questo modo potrai monitorare la presenza online del tuo brand e la sua reputazione. Ti fornisce dati in tempo reali, analisi comparative con la concorrenza, rilevazione del sentiment degli utenti e l’impatto che le interazioni online hanno sulla reputazione del tuo brand.

Buzzsumo - raccolta e analisi dei dati

Buzzsumo ti permetterà di identificare i contenuti più popolari su diverse piattaforme online, le tendenze di settore, i backlink e di analizzare il coinvolgimento e il sentiment del pubblico così da poter creare contenuti più efficaci al fine di realizzare una strategia competitiva.

Mention - raccolta e analisi dei dati

Come ci suggerisce la parola è uno strumento di monitoraggio delle menzioni online che ti consentirà di analizzare il sentiment del tuo pubblico, valutandone il tono delle conversazioni riguardo al tuo brand, prodotti o servizi. In questo modo capendo se le menzioni sono di natura positiva, negativa o neutra ti sarà più facile gestire la reputazione del tuo brand nonché l’adattamento delle strategie di comunicazione.

Altrettanto popolari e con funzionalità simili sono Digimind e Awario.

un gruppo di ragazzi intento a mandare messaggi, leggere news e postare foto

L’importanza dei Micro-dati

Ti diamo anche un suggerimento aggiuntivo per definire un piano editoriale e una strategia di contenuti infallibile: avvaliti dei micro-dati.
Di cosa stiamo parlando?
Si definiscono micro-dati quelle tracce e segnali che le persone lasciano mentre navigano online. Raccontano qualcosa di noi, un link che suggerisce cosa ci piace, una recensione che ci fa capire in base a quali criteri scegliamo un prodotto e così via.

Seminiamo quelle che sono briciole d’oro per i brand che raccogliendo queste informazioni vogliono entrare in contatto ed empatizzare maggiormente con il loro pubblico.
Capire e conoscere le abitudini, i bisogni e i motivi che spingono le persone a fare una determinata scelta ti permetterà di creare contenuti utili, efficaci e mirati.

I micro-dati ti permetteranno di essere sempre aggiornato anticipando, analizzando e sfruttando gli argomenti più cercati dell’ultimo periodo.