In una strategia social di successo, è essenziale comprendere che cosa condividere in funzione degli obiettivi desiderati. In questo articolo esamineremo vari tipi di contenuti da pubblicare con l’obiettivo di trasmettere al tuo pubblico un’immagine autentica e potenziare il tuo brand.

Da dove partire? Prima di definire il tutto nel dettaglio devi avere ben chiari questi punti:

  • identificare i tuoi obiettivi specifici
  • creare post di valore in linea con questi obiettivi
  • selezionare le piattaforme adatte per il pubblico che vuoi attirare

Facciamo una breve panoramica su cosa può incuriosire il tuo pubblico e quali vantaggi puoi ottenere.

Intrattenimento

L’intrattenimento è un ottimo modo per ottenere visibilità ma è essenziale fornire informazioni utili attraverso contenuti brevi e coinvolgenti. Così facendo potrai attrarre anche nuovi clienti che non sapevano di aver bisogno dei tuoi prodotti e servizi.

Happy tips: intrattieni con giochi, sfide, curiosità, storie insolite, backstage della tua attività, prima e dopo.

Emozione

Tra i contenuti da pubblicare troviamo sicuramente quelli che toccano le corde emotive delle persone proprio perché ci permettono di creare una connessione diretta e profonda con il tuo pubblico.

Happy tips: fornisci storie incentrate sulle persone, contenuti altamente personalizzati, ispirazionali in cui il tuo pubblico può ritrovarsi.

Visual

Condividere e attirare l’attenzione: i contenuti visivi fanno in modo che le persone ricordino più facilmente quello che hanno visto (rispetto invece alla lettura dei testi), raggiungono gli utenti in modo più diretto e aumentano il tempo di permanenza sulle pagine.

Happy tips: utilizza foto, GIF, video, infografiche.

Lavorando sui social una sola cosa è certa: l’algoritmo cambia in continuazione e devi essere al corrente della sua evoluzione.
L’algoritmo “premia” e dà importanza ad originalità e qualità con l’intento di supportare i creator di contenuti di valore aumentandola loro visibilità ad un pubblico più ampio e mirato, al fine di valorizzare i contenuti e far crescere il brand.

Ma quindi, quali formati è meglio utilizzare?

Immagini

Al contrario di quanto si pensa, i contenuti statici come le immagini funzionano ancora (e bene!), l’importante è che abbiano una forte componente artistica e comunicativa.

Video brevi

I video brevi sono il formato preferito dalle nuove generazioni, proprio perché sono diretti, poco costruiti, coinvolgenti e verosimili. Il punto forte di questo formato è la forte connessione che si stabilisce con gli spettatori.

UGC

Gli User Generated Content sono contenuti creati dalla tua stessa community come testimonial del tuo brand, prodotto o servizio.
Ovviamente il pubblico apprezza ciò che è reale e autentico, è fondamentale infatti puntare su persone reali che raccontino la propria esperienza e quotidianità con i tuoi prodotti.

Influencer mentre registra un video nel quale mostra un unboxing

Meme

C’è chi li ama e chi li odia, ma i meme rimangono i contenuti più apprezzati del momento. Perché hanno questo successo? La loro arma segreta è la personalizzazione di una situazione quotidiana che permette agli utenti di immedesimarsi a pieno nel fatto descritto e hanno un’altissima probabilità di essere condivisi.

Contenuti grafici

Comunicare la brand identity del tuo marchio è un aspetto fondamentale per diffondere consapevolezza e lo puoi fare attraverso contenuti grafici che comprendono tutti quegli elementi che permettono di riconoscere il tuo brand: logo, font, colori.

Anche in questo caso, essendo contenuti statici, devono contraddistinguersi ed essere accattivanti.

Che siano immagini, meme o video, come ogni strategia è importante analizzare il proprio background, pubblico e obiettivi e testare cosa meglio funziona sul tuo brand, solo così creerai una comunicazione efficace!