Sorry, this entry is only available in Italian.

Influencer Marketing


Che valore ha una collaborazione oggi?

Food? Prodotti beauty? Telefono? Cosa hai acquistato dopo aver visto le stories del tuo influencer preferito? Ebbene sì, gli influencer sono diventati a tutti gli effetti le nuove celebs e modificano logiche e paradigmi dei media tradizionali. Fanno ormai parte del mondo reale e sono poche le aziende che possono pensare di competere senza abbracciare questa nuova dimensione.

La richiesta di contenuti digitali non è mai stata così elevata, come anche il tempo che viene trascorso davanti ad uno schermo. Ecco perché è necessario che ogni singolo contenuto sia di valore, ma allo stesso tempo non eccessivamente costoso per i brand. Sembra proprio che gli influencers possano diventare una strategia vincente.

Ma la vera domanda è: perché ci fidiamo di un Influencer?

Ci piacciono perché sono persone comuni, alla nostra portata, con la quale è possibile relazionarsi, e che fanno ben sperare di poter raggiungere lo stile di vita e lo status che rappresentano.

Le relazioni che si instaurano con loro sono personali e molto spesso durature e questo fa si che aumenti di molto la fiducia nei loro confronti. Le aziende questo l’hanno compreso, ecco perché è una strada che non possono non percorrere.

Si stima infatti che il mercato dell’influencer marketing raggiungerà un giro d’affari di 15 mld entro il 2022 (Business Insider, 2019). Ogni profilo ha una propria nicchia specifica ed è proprio quella che la tua azienda punta a raggiungere. Il pubblico è molto più ricettivo verso un prodotto o servizio poiché la percezione non è la stessa del marketing diretto. Non si limitano infatti a mostrare il tuo prodotto, ma raccontano la storia del brand, possibili utilizzi e consigli. Il segreto, quindi, sta tutto nell’individuare i creator che più sposano la tua filosofia.

Come scegliere gli influencers adatti alla tua azienda?

Cercare l’influencer giusto nel mare dei social media non è un’impresa semplice come può sembrare, ma ecco alcuni consigli!

A. Definisci
Definisci ciò di cui hai bisogno: prima di perlustrare è importante fare un bel ripasso di quelli che sono i tuoi valori, che dovrai ricercare anche nell’influencer.

B. Valuta i creators in base a questi tre criteri:

  1. RELEVANCE: non scegliere un profilo in base al suo seguito, ma individua quali sono i suoi seguaci e assicurati che rientrino nel tuo target
  2. ENGAGEMENT:  i loro followers interagiscono con i post? Mi piace, commenti, repost? Attenzione: più l’engagement è alto e più alte saranno le conversioni!
  3. AUTHENTICITY: non vuoi essere l’ennesimo brand menzionato nei loro post, giusto? Vai alla ricerca di profili che credono nel tuo prodotto… ancora meglio se sono già clienti prima che Influencers: loro saranno i tuoi migliori ambassadors 😉

C. DOVE TROVARLI: Alla luce di quanto appena detto, il modo migliore per trovare il profilo giusto è sicuramente monitorando le menzioni del tuo brand: storie, commenti, e post taggati, ma ci sono anche molte piattaforme di influencer marketing che, inserendo alcuni filtri, ti aiutano a trovare i profili in linea con il tuo brand (come ad esempio Buzzoole, Klear o Upfluence).

Come trarre il massimo dai loro contenuti?

Dal momento che queste figure sono un investimento per l’azienda, perchè non sfruttare al massimo il loro potenziale? Con i contenuti da loro creati si può ottenere molto.

  1. Proponi i contenuti anche nel tuo feed.
  2. Crea delle sponsorizzazioni anche con i loro post e mettili a confronto con i tuoi. Scopri quali funzionano meglio!
  3. Inserisci i contenuti anche all’interno delle tue newsletter! Si dice che il click-through-rate (tasso di visualizzazione) aumenti notevolmente (+ 37%)!
  4. Pubblica foto e video anche sul tuo sito web. Il momento della conversione è sempre critico, vedere un contenuto creato da un influencer aumenta la fiducia del consumatore!

MA ATTENZIONE: metti tutto per iscritto al momento della negoziazione! Non hai il diritto di utilizzare i contenuti come ti pare e piace!

Se segui questi semplici passi, potresti ottenere grandi benefici:

  • Mostrare costantemente contenuti rilevanti a prezzi più contenuti rispetto a quelli realizzati da professionisti o big del settore.
  • Ampia visibilità o comunque una visibilità targetizzata.
  • Entrare facilmente nella tua nicchia di mercato.
  • I contenuti creati internamente spesso mancano di creatività e appeal.
  • I media tradizionali non hanno più la stessa forza di un tempo

Che valore ha una collaborazione oggi?

Come funziona nel 2021? Gli scenari sono cambiati. L’attenzione si sta spostando sempre più verso i nano-influencers (1.000-3.000 followers).

Non è solamente una questione di costi. Si pensa che questi creators possano costituire una vetrina più autentica per mostrare i prodotti perché si tratta di profili meno costruiti e patinati rispetto a quelli macro, considerati ormai “falsi” e poco credibili. I contenuti sono originali, spontanei e danno vita a relazioni più durature con gli altri utenti, che condividono gli stessi interessi e valori.

Non dimentichiamoci poi che il nano-influencer di oggi potrà essere il macro-influencer di domani, che porterà con sé, però, grande fedeltà al brand e influenza sulla propria fanbase.

L’Influencer marketing è ormai un’industria da miliardi di dollari e di certo la sua espansione non è finita qui. Come tutto ciò che è digital, viaggia alla velocità della luce, e bisogna essere pronti a captare costantemente i nuovi trend.

E tu stai già attuando strategie di Influencer Marketing? O stai correndo ora a sbirciare tra i tuoi post taggati quale potrebbe essere il tuo miglior ambassador?